Progetto Frantoio

Questa pagina è dedicata al progetto di aprire un frantoio oleario. Registro nel tempo gli step che mi porteranno a realizzare questa cosa a partire dal primissimo brainstorming. Non sarà una cosa semplice: ma volete mettere il sorriso che avrò fra 20 anni quando vi parlerò di questa cosa?


29 maggio 2019: primo schema delle possibili soluzioni da valutare sul piano industriale

  • minifrantoio in casa (per provare in piccolo il processo produttivo): investimento nell’ordine dei 1000 euro
  • minifrantoio a ciclo continuo: investimento nell’ordine dei 5000-10000 euro
  • impianti industriali per frantoio di piccole dimensioni: investimento nell’ordine dei 50000-100000 euro
  • impianti industriali per frantoio di grandi dimensioni: investimento nell’ordine dei 500000-1000000 euro

29 maggio 2019: a partire da questa data per prima cosa mi pongo gli obiettivi di capire a fondo la produzione e l’industrializzazione dell’olio – extravergine di oliva e dei vini a catalogo dell’azienda di famiglia; solo successivamente potrò darmi dei target concreti per la realizzazione del progetto


27 maggio 2019: individuate le prime normative di settore per l’apertura di un frantoio nel rispetto dei cardini igienico-sanitari e relativi all’accesso al credito

ACQUE DI VEGETAZIONE

  • D.Lgs.. 152/ 06
  • D.Lgs. 152/ 99 e ss.mm.ii., norma principale in materia di tutela della risorsa idrica e recante disposizioni in particolare in materia di tutela dei corsi d’acqua e di scarichi idrici;
  • L. 574/1996, recante norme in materia di utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e degli scarichi dei frantoi oleari;
  • D.Lgs. 22/97 e ss.mm.ii., inerente la produzione e gestione dei rifiuti;
  • D.M. 6/ 07/ 2005, criteri e norme tecniche generali per la disciplina regionale dell’utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e degli scarichi dei frantoi oleari, di cui all’articolo 38 del d. lgs. 152/99;

RUMORE FRANTOI

  • D.Lgs. 195/2006 Sulla protezione dei lavoratori dagli agenti fisici (Rumore);
  • D.Lgs. 277/ 91, in materia di protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da esposizione ad agenti chimici, fisici e biologici durante il lavoro;
  • L. 447/95 relativa alla valutazione dell’impatto acustico da parte dell’impresa verso l’ambiente esterno

VIBRAZIONI MECCANICHE

  • D.Lgs.. 187/2005: Sulla protezione dei lavoratori dagli agenti fisici (Vibrazioni).

SANSE ESAUSTE

  • D.Lgs. 22/97 e ss.mm.ii., inerente la produzione e gestione dei rifiuti
  • DM 05/02/98 modificato da DM 186/06
  • D.Lgs. 217 del 29/04/06 (ex L. 748 sui fertilizzanti)
  • L. 574/ 1996, recante norme in materia di utilizzazione agronomica delle acque
  • di vegetazione e degli scarichi dei frantoi oleari;
  • DPCM 8/10/2004, relativa alle caratteristiche merceologiche dei combustibili
  • aventi rilevanza ai fini dell’inquinamento atmosferico, nonchè alle caratteristiche tecnologiche degli impianti di combustione (All X – parte II – sezione 4 alla parte V del d.Lgs. 152/06);

15-17 maggio 2019: prima indagine conoscitiva per l’acquisto di uno spazio considerando i lavori di ristrutturazione (valutati da un tecnico) e i costi di accesso al credito: per qualsiasi progetto serve il 20% di anticipo per ottenere il restante 80% e recuperare solo successivamente gli investimenti con business plan e agevolazioni


11 maggio 2019: primo brainstorming. Risultato:

  • serve sicuramente un luogo idoneo, che sia vicino all’uliveto
  • lo spazio per il frantoio dovrà comprendere anche locali di vita
  • normative di settore per accedere al credito e per gestire il frantoio stesso; gestione acque e rifiuti, logistica e igiene del trasporto e movimentazione, pulizia dei locali e delle attrezzature
  • logistica: furgone, muletto, auto, traspallet, magazzini, contenitori, persone necessarie, scelta degli impianti (a ciclo continuo, a 2-3 fasi, …)
  • studio del ciclo produttivo e dei macchinari necessari
  • individuare il tipo di progetto in funzione del target e del conseguento investimento e resa che si intende ottenere
  • creare un progetto che comprenda piccola produzione biologica per uliveto-produzione di olio, vigna-produzione di vino, open space degustativo con visita in cantina/frantoio e controllo della filiera, punto di distribuzione
  • depositare marchio e creare il progetto di marketing
  • prevedere periodi di lavoro nei campi come volontario per apprendere il know how di base
  • capire la burocrazia per partecipare a fiere ed eventi locali con registratore di cassa

Aprile 2019: inizio a maturare l’idea che da qui a data da destinarsi intendo aprire un punto di distribuzione con space degustativo, un minifrantoio per quantitativi piccoli oppure un frantoio che offra il servizio di contoterzista in una zona ben definita del Triveneto, una vigna per piccolo quantitativo di vino (nell’ordine delle 100 bottiglie all’anno) che sia d’eccellenza