D.O.P. Terra d’Otranto

Da molti anni la Comunità Europea e i singoli Stati membri attuano una politica volta a tutelare e valorizzare i prodotti di qualità, con certificazioni d’origine, non solo per garantire i consumatori circa la genuinità e la provenienza di quanto viene immesso sul mercato nazionale ed internazionale, ma anche per stimolare gli operatori dei settori agroalimentari ad investire in produzioni di pregio , che tengano conto del patrimonio ambientale di ciascun Paese.

Per produrre l’olio extra vergine di oliva DOP Terra d’Otranto occorre rispettare le regole previste dal relativo Disciplinare di produzione , sottoponendo l’azienda, durante le diverse fasi di lavorazione delle olive (produzione,trasformazione e confezionamento), alle verifiche di un Organismo di Controllo esterno, individuato e legittimato all’esercizio delle funzioni ispettive dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali art. 10 Reg. CE 510/06.

Dalla campagna di certificazione 2004-2005, per la DOP Terra d’Otranto,e’ stata incaricata la Camera di Commercio di Lecce. Il Disciplinare D.O.P. Terra d’Otranto , aggiornato nel corso dell’anno 2011, prevede quanto riportato di seguito:

  1. Varietà : la denominazione di origine controllata “Terra d’Otranto” e’ riservata all’olio extra vergine di oliva ottenuto dalle seguenti varieta’ di olivo : Cellina di Nardo’ ed Ogliarola di Lecce per almeno il 60%. Altre varieta’ presenti negli oliveti possono concorrere al suo ottenimento, ma in misura non superiore al 40%.
  2. Zona di produzione delle olive : essa comprende gli oliveti dell’intero territorio della provincia di Lecce, parte della provincia di Taranto ed alcuni comuni della provincia di Brindisi.
  3. Gli ulivi devono essere coltivati con forme e sistemi di potatura tradizionali , con densita’ massima per ettaro di 400 piante.
  4. La raccolta delle olive deve avvenire entro il 31 gennaio di ogni anno,direttamente dalla pianta.
  5. L’estrazione dell’olio deve avvenire in frantoi ubicati ne territorio denominato “Terra d’Otranto” e sono ammessi soltanto i processi meccanici e fisici atti a garantire l’ottenimento di oli senza alcuna alterazione delle caratteristiche qualitative contenute nel frutto
  6. Le operazioni di molitura devono avvenire entro due giorni dalla raccolta del olive.

CARATTERISTICHE SENSORIALI, IMPIEGO E ABBINAMENTI GASTRONOMICI :

L’olio extra vergine di oliva DOP Terra d’Otranto si presenta di colore giallo con leggero riflesso verde, dovuto allo stato non eccessivo di maturazione delle olive prima della molitura. Ha un profumo fruttato medio con sensazione di oliva al giusto grado di maturazione con leggero sentore foglia come anche il suo sapore in bocca, arricchita da una piacevole nota piccante e di amaro, erba appena falciata, cardo, cicoria, pomodoro verde.

Indicato come condimento a crudo su pietanze saporite come bruschetta, insalata, caprese, m anche pietanze cotte dalla nota importante come zuppe di legumi e verdure.

Ideale per chi ama il gusto tradizionalmente marcato della cucina salentina.

Prodotto in confezioni : bottiglie da lt 0,750 e lt 0,250 dorica e “Prestige” lt 0,750