Diario di bordo

Ieri, oggi, domani…

IERI : Lu sule, lu mare e lu jentu

Lu rusciu te lu mare

Basterebbe già questo. Se due salentini si trovano in un’altra parte del mondo ed esce questa frase nella loro conversazione allora si sono già detti tutto. Sul serio!

Hai voglia di fare un viaggio nel tempo, nello spazio e nell’animo di ieri?

Sono partito da qui per arrivare al domani. Sali a bordo. Partiamo!

Il mare è la sua gente” scriveva un poeta marinaio:

‘L’uno senza l’altro sono come un gabbiano senza ali, una vela senza vento, un uomo senza donna, un corpo senz’anima”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: